COMUNICATI STAMPA

IstituzionaleInvestitoriMezzi di stampaSostenibilità

Lecta presenta il nuovo Rapporto Ambientale

21/02/2018

rapporto ambientale | parametri ambientali | responsabilità sociale


Un esercizio di trasparenza in cui Lecta condivide i principali progressi compiuti nella riduzione dell'impatto ambientale e le prossime sfide.

In linea con l'impegno nei confronti dell'ambiente e in qualità di azienda fermamente orientata alla sostenibilità, Lecta svolge la propria attività imprenditoriale con il chiaro obiettivo di ridurre l'impatto ambientale nelle comunità in cui opera, contribuendo così a salvaguardare la società con cui interagisce.

Nonostante le eventuali difficoltà del contesto socio-economico, tale proposito implica , l'assegnazione di una parte considerevole del proprio budget a investimenti ambientali. Negli ultimi 10 anni quasi 135 milioni di Euro sono stati destinati a progetti volti a ridurre l'impatto ambientale. Una cifra ripartita in molteplici e ambiziosi interventi attuati presso i vari centri produttivi dell'azienda e incentrati fondamentalmente su una maggiore efficienza energetica, sulla riduzione delle emissioni atmosferiche nonché sull'ottimizzazione delle risorse naturali nel processo produttivo, basato su una materia naturale e rinnovabile come la carta.

L'evoluzione dei dati dei parametri ambientali, verificati da un ente indipendente, è raccolta in questo ultimo Rapporto ed evidenzia la progressiva e significativa riduzione dell'impatto ambientale di Lecta, rafforzando così il proprio impegno come azienda responsabile nei confronti dell'ambiente. Inoltre, il Rapporto fa il punto sui risultati raggiunti rispetto agli obiettivi e agli impegni assunti per il periodo in questione, fissandone anche altri che verranno esaminati nella prossima edizione.   

Il nuovo Rapporto Ambientale di Lecta si presenta stavolta in una veste più funzionale e ridotta, mantenendo comunque il consueto livello di trasparenza informativa. Disponibile in inglese, spagnolo, francese e italiano, si può scaricare in formato PDF dalla sezione Sostenibilità del sito www.lecta.com