COMUNICATI STAMPA

InvestitoriIstituzionaleSostenibilità

Stabilimento di Saragozza: importanti progressi nella sostenibilità

01/05/2013


Importanti miglioramenti ambientali legati all’attuazione della prima fase del Piano di Investimenti da più di 23 milioni di Euro.

Nell’Aprile 2011 il Gruppo Lecta ha annunciato un ambizioso Piano di Investimenti nella fabbrica di Torraspapeldi Saragozza per un importo di 23,3 milioni di Euro, stanziati per 13 progetti ambientali volti alla riduzione e al miglioramento della qualità dei rifiuti, all’eliminazione degli odori, e alla garanzia di un futuro per lo stabilimento mantenendo il livello occupazionale.

Il piano è partito dotando, nell’Agosto 2012, le caldaie a recupero della fabbrica di due nuovi elettrofiltri che hanno fornito eccellenti risultati. Questo primo intervento, di un valore di 7,5 milioni di Euro, ha consentito la riduzione del 74% delle emissioni di particelle solide nell’atmosfera, superando ampiamente gli obiettivi iniziali, e di altri parametri come SO2, CO e SH2 che indicano un notevole miglioramento della qualità delle emissioni.

Va evidenziato che, nell’ambito dello stesso piano, si stanno svolgendo, prima del previsto, vari altri progetti. A gennaio 2013, infatti, sono iniziati i lavori per l’installazione di un nuovo depuratore biologico che consentirà di migliorare la qualità degli scarichi dell’acqua restituita all’ambiente.

Questo importante Piano di Investimenti ambientali rafforza la posizione della fabbrica di Lecta a Saragozza, rendendola più competitiva, in un settore che da anni vive forti difficoltà, con un’importante contrazione della domanda e un aumento dei costi delle materie prime, dell’energia e dei trasporti. In questa fase congiunturale, in Europa molte fabbriche del settore sono state obbligate a chiudere.

Tali progetti permettono di mantenere i livelli produttivi salvaguardando il posto di lavoro diretto a più di 520 dipendenti della fabbrica di Saragozza, e indirettamente, stando alle stime, a più di 3.000 addetti.​